10 marzo
2012
scritto da - il 10 marzo 2012

La scorsa settimana s’è tenuto il Terzo torneo dell’ammore a Torino.

L’evento è stato organizzato per pochi intimi, su pressione dei tradizionalisti che volevano onorare le ricorrenze.

Così son convenute a Torino poche squadre, alcune inedite, altre no.
 Tra i partecipanti una polosituazione anarco anonima costituita da Jack, Sapo ed io. Arrivo al venerdì e passo il pomeriggio tra birrette e chiacchiere con Jack al parco Valentino. Segue accasamento @Giò’s house dove pernotto su comodo materassino gonfiabile. Cena e vino in un simpatico posto al centro, ove vengono orditi i gironi. Apprendiamo dell’ennesimo infortunio di Ricky (investito da un pedone ubbriaco!), che sarà presente in spiritu e de facto come arbitro e come produttore esecutivo.

I due gironi

A:
Disagio (Erik, Ovidio, David)
Torino 3
Milanotigre (Matteo, Danka, Mattia Tigers)
RC Prugne
Polodervishi (aka polosituazione aka polodiscount)

B:
Riparto pista (Giovanni, Luca, Eric)
RC Bam!
RC Seagulls (Gianluca, Luca, Yuri)
Milano alfa
Unwatchable (Robben, Angie, Corrado)

Passano tutti e poi ci si scontra testa piè. 
Buona prestazione di Prugne, Gabbiani, Disagio, Milanobeta. Alfa sempre pericolosi ma discontinui. Noi tossiamo un pò ingolfati sul principio, poi si carbura e giungiamo in finale imbattuti.
 In semifinale… il main event del torneo: ciò per cui sarà ricordato negli annali!
Lo sbrocco del Bozo e la conseguente espulsione per intemperanze.


Ora le acque sono chete, se ne può ridere in amicizia, ma lasciatemelo dire, l’atmosfera s’è alterata un bel pò, salvo tornare presto rilassata con la stessa velocità con cui s’era accesa. 
Premetto doverosamente che racconto quello che io ho visto… nessuno s’arrabbi per favore con il cronista.
Il nostro Antonio Davide, m’aveva detto, poco prima del fatto che andrò a raccontare, che non vedeva l’ora di finire e che si sentiva così stanco…
La partita è il derby Milanese. La coppia: Bozo e Mattia.
 Si sa le tigri giocano un polo vigoroso, ma Mattia è uno corretto, come le da così le prende, senza lamenti.
 Complice un arbitraggio tollerante ( una mazza sotto la ruota di Bozo non sanzionata ) ed altri episodi francamente non gravi, il Nostro improvvisamente, senza avvisaglie s’innervosisce e comincia a restituire mazzate con gli interessi. Arbitra Punch, al suo richiamo Bozo lascia andare la bici in corsa, lancia la mazza sugli spalti e inveendo contro l’ingiusto metro arbitrale, 
esce dal campo dichiarando < non gioco più! > 
Considerato che la partita è finora piacevolmente equilibrata, e che il risultato è 1:1, tutti restano basiti (compagni Alfa in primis). Qualcuno (me compreso) cerca di rabbonire il furibozo, che non vedevo svalvolare così dalla MDO2; comunque, stavolta nessuno difende la sua “uscita” e si va ventilando addirittura la vittoria per Beta a tavolino. Bozo è espulso, decreta Punch (giustamente) ma si continua due contro tre, su richiesta degli Alfa rimasti in campo.
 Frank e Truffa se la giocano, per quanto possibile… L’atmosfera è tesa e silenziosa e nessuno esulta sul gol qualificazione di Beta. Applausi generali di distensione.

La finale è giocata subito dopo, Mattia spinge come un treno, ma Sapo gli sta addosso, io gioco gran parte della partita in porta, Jack resta vicino a me, sganciandosi sui contropiedi.
 La partita dura 20 minuti e finisce 2 a 1 per noi.
 Devo dire, meritatamente più per la sagacia tattica che per un superiore gioco. Matteo gioca bene, Danka è infortunato in porta… Mattia fa il grosso. Insomma alla fine mi resta un sapore dolceamaro, come una mezza vittoria. Sarebbe stato bello finirla ai 5 gol. 
Ma vabbè amo vinto e siam contenti. Si smonta se magna, Bozo è allegro… si fa le foto con Isotta. Alla fine della cena cala la stanchezza e le intenzioni di baldoria svaniscono.

da ricordare inoltre:

la bicialta Bruguela
Il botto di Danka
la tenuta di Frank
la break di Gianluca
Il ritorno del gabbiano Luca
Il cane amico di Isotta
la convincente prestazione di Angie
Eric che le ha giocate Tutte!
3,2,1 si gioca a bike polo! di Aletattoo
Il phon nel cesso di Giò

Tags:

4 Commenti

  1. Tommy MalaForca
    11/03/2012
    15:26

    mi è piaciuta la strategia finale insolita.
    meno spettacolo ma la freddezza del catenaccio che anche Jack mi ha raccontato.
    stile nuovo per Jack e Sapo ma risultato ottenuto… trappattoni….
    perdemmo non poche partite con chi si comportò così contro di noi zemaniani…

  2. Gior
    11/03/2012
    19:20

    bilietto.. non ce lo..

  3. 11/03/2012
    21:22

    cavoli tornando a casa prima delle fasi finali (causa impegno vercellese) ci siamo persi l’espulsione di Bozo! Non che mi faccia piacere che sia accaduto ma da quando ho cominciato a seguire il bike polo non mi era mai capitato!
    Dai dai dai che poi sono tutti abbracci e pacche amichevoli, la stanchezza si sa gioca brutti scherzi!

  4. Gio
    11/03/2012
    22:21

    bello come al solito il riportino!
    e pure le foto!
    grazie!

Rispondi

Devi esse Registrato pe scrive un commento qua.

You can add images to your comment by clicking here.

Vedi un po' qua...


Fatal error: Call to undefined function related_posts() in /home/romabikepolo/romabikepolo.org/wp-content/themes/romabp/single.php on line 89