21 settembre
2012
scritto da - il 21 settembre 2012

premessa sui Seagulls.

Il clima di  gioviale festa è stata macchiata da questa sgradevole notizia dell’annunciato scioglimento.
Ferale direi, avendo visto per la prima volta le Tigri in soggezione, direi quasi sudditanza psicologica alla furia di Luca, che ha portato i Gabbiani  4 a 1 nella finale, poi persa 5 a 4.
Una squadra con i controcazzi, sarebbe un peccato non vederla più giocare.
Ma ancora più impressionanti la perseveranza e la tigna con cui le Tigri si sono  risollevate e hanno scalato punto su punto fino al gol beerpoint, stupendo invero, di Mattia.
Bella squadra le Tigri, niente male. Superquadrata, veloce e con dei bei interscambi di ruolo tra tutti e tre. Ben posizionata sempre la difesa, Cento sempre più abile a frombolare, Tobia  riesce a trovarsi spesso centrale in velocità  su servizio da destra, tira delle  supersardelle… Mattia: un uomo mille tiri, costantemente cerca e trova la porta con ottime percentuali di successo…
Sebbene…  aggiungerei di aver visto un paio di papere non da lui… m’è parso di sentire un “mamma mia”, che m’ha fatto tanto ridere a confronto dello straabusato Diocàn veneto.
I Tigers terminano il torneo vincendo tutte le partite. Bravi.
Bravi anche i Gabbiani, ancora e sempre di più.
Gianlu, se tutto quanto poi non si ridurrà in barzelletta , come l’addio al polo di Frank, o l’addio ai tornei di Jack dopo gli Italiani… ci rideremo grassamente…
Altrimenti, sembra un’uscita con stile, sulla cresta dell’onda… da grande diva.
Ci vediamo al prossimo torneo.

Chiusa la doverosa premessa di cronaca, passiamo al riporto vero e proprio:
Torneo bello, intenso, strano anche per questo doppio campo un pò dispersivo… ma alla fine la naturale disponibilità di Fano a lasciarsi apprezzare ha messo a tacere ogni dubbio sulla qualità dell’evento. Onorato anche da un discreto pubblico di “curiosi” passeggianti. 22 Teams (piu un Instant mix per girone), a così tante squadre la MDO non era mai giunta. Nuovi alla kermesse i Tarantini già incontrati a Catania, mi pare prima anche per i giovani Lone Eagle di Lunigo. Ritorni piacevoli (Rocco nei Rode, e il mitico Cello da Mantova).
Tutte le migliori non si son fatte sfuggire l’occasione.
Assenti ingiustificatissimi gli Annimallet han lascito soli i Polli a giocare con Tamarindo e Flore. Perdendo tralaltro.

La situazione in cui la squadra detentrice non difende il titolo nella stessa formazione, non è una novità, mi pare, per cui non ne faremo delle dietrologie diverse da quel fatto che è. La Malaforca ha anticipato di poco anche questa moda di sciogliere i teams. Non l’hanno scritto, ma l’han fatto. Io alla fine son contento che Sapo sia a pieno titolo padrone del suo “cartellino” e secondo me in questa MDO ha fatto un buon mercato, gustando la posizione di “manager” della squadra alla pari di quel fulminato simpatico gatto di Cicci.
Pensiamo al futuro: con l’innesto del giovane Angie detto AiEnGiAiEi,  si dà vita di fatto al primo vero embrione del polo Fanese.
Angie ha dato solidità e affidabilità. E avere cotali compagni di squadra sarà stimolo di crescita in lui. Chissà dovre potrànno arrivare queste Chele. Daje.

Il torneo è stato strutturato in due giorni, il primo suddiviso in due gironi e due campi separati. Aggiornamenti online per cui se non ciài il phonfòn figo t’attacchiarcazzo.
Secondo ed ultimo giorno tutte le migliori 16 sul solo campo Sassonia, vista marina.
Doppia eliminazione.
Spalti soleggiati, birre, ghiaccio, magliette. Mamme.
Polo su superficie street rootz, per noi romani extraabrasivo, scelto con un democraticissimo referendum al posto dello sconfinato Vanvitelli, pensando di risparmiare le forze.

Li Romani
Prima giornata in gran forma, molto culo ma buon gioco; passiamo secondi al nostro girone perdendo solo coe Tigri quattro a zero. In particolare battiamo i Rockets su campo grande (!) Rode, in versione niubiz senza Mike e Stefano (comunque ostici) e Milano Alpha nella mia migliore partita. Pesce azzurro euforia.
Domenica. Prima partita buona contro le Prugne, che non mollano mai. Guglie fa una gran velocità Ale bombarda e Sisso sempre più  poligonale. Fatichiamo ma passiamo.
Poi i Rockets di nuovo. Stavolta ci asfaltano 5 a zero senza avere la sensazione di aver mai alzato la testa dalla palla.
La partita è di Arri, aggressivo veloce e sorprendentemente preciso: ne infila uno a Matteo e uno a me davanti alla ruota ant.
Brucia un pò il culo. Bravi.
Un pò di diversità di vedute postpartita innervosisce gli animi e ci giochiamo “o la va o la spacca”contro Torino PanDemonio: David, Ovidiu ed Eric. Ovidiu bestia nera, ci ha infilato tre gol uguali angolati dalla distanza. Tostissimi da digerire. Brutta uscita anche se qualcosa abbiamo costruito….5 a 0 è invero troppo. Ma per segnare oltre a giocare, poi devi battere David. Comunque non entra nulla. Fine torneo. Telepolo birre e magone.

Le altre.

Buona prima per i Sittons. nome adorabile, chissà se ripetibile. Ho visto grandi intese tra Sapo e Cicci. Con questi occhi ho visto una succulenta palombella misurata sulla testa di Cicci, che, con aerea stoccata, ha segnato un gol che a Marc Sich (perchè è lui)gliel’han dato . A Stefano no-gol. Golref dice tiro di stick e non di Capoccia. Io j’aavrei dato solo per il gesto tecnico…

Grandi Bam tutti in crecita:super Punch imbastisce e punge dalla distanza e Ricky meno cazzone del solito, buca la rete con bordate da horsepolo. Ottimo anche Matt, molto più fuori dai pali del solito.

Rockets, un pò incostanti il primo giorno, avrebbero meritato forse di più. Bellissima e accanita la partita con le Tigri.

Reparto Pista: L’inserimento di Fabio da Bergamo ha funzionato; il ragazzo si è scrollato di dosso l’alone di bravo ma solitario e ha giocato al servizio della squadra con profitto. Sfortunati e un pò arrendevoli. Perro troooppo nervoso nel derbi sabaudo.

Pilo Polo simpatici e sempre più forti, scalano quelle posizioni che possono.
Comunità in crescita costante, con un reparto ricerca e sviluppo in continua attività.

Scusate se non chioso tutte le squadre a dovere, ma non ho visto giocare tutti.

Ho visto un bel pareggio 3 a 3 dei Polli contro i Crabs. Qualità in crescita nel gioco degli isolani. Soprattutto Federico col la sua neobici RC, mi pare si trovi molto bene. Pasquale gioia e dolore, un pò sovrappeso per i bagordi delle nozze ( troppa grappa?) il discorso sull’isolamento delle comunità l’ho già fatto e vale per loro come per noi.

Note finali:

Continua lo strapotere vicentino, cui solo i Crabs si oppongono con un superlativo Jack, un piacere vederlo giocare. Riguardo a Milano: classifica bugiarda, almeto loro li potevamo pigliare…:)

Non è mancato il solito colore: Bozo rompe, Frank s’incazza. Perro s’arrota, Follia! nei joust di Cento. Chi gioca con Jack? Sapo scucchiaia. Tommy fuma e si tormenta la mosca… Flore vende le sue teste, rompe la catena…

La classifica

via Gau Ionut Gaucan
‎1st Tigers
2nd Seagulls
3rd Crabs
4th Bam
5th Sittons
6th Rockets
7th Milano alpha
8th Pan-demonio
9th Roma bike polo
10th Bike pollo
11th Pilo polo
12th Rode
13th Reparto pista
14th Prugne
15th Betadone
16th Lone eagle

risultati del primo giorno:
Http://challonge.com/mdo8a/
Http://challonge.com/mdo8b/

domenica:
http://challonge.com/mdo8finals

Un grazie sincero a Valerio, a Scimmia e a Tobia principali riferimenti organizzativo/arbitrali e alla collaborazione di tutti gli altri arbitri che stavolta han fatto un ottimo lavoro ascoltati e coadiuvati dai giocatori istessi.
(Applauso)

Grazie a Tommi per la sua sempre squisita ospitalità.

Grazie Fano, Grazie sole.

Tutti a VENEZIAAAAAA

le foto di Frank

8 Commenti

  1. 21/09/2012
    14:53

    Ciao Marco, come sempre ottimo.
    Come spesso accade ad ogni mia azione corrisponde un interpretazione sbagliata.
    Lungi da me fare il divo….se avessi vinto la mazza d’oro forse si:-)…ma non era ancora il momento.

    L’ obbiettivo dei segulls andava al di la della vittoria, mi sono ritrovato a giocare con gli amici di sempre, con la formazione storica e cio’ che ci univa era, lo e’, e forse lo sara’ , 20 anni di amicizia.
    Vincere o perdere con un amico ha sempre il sapore di vittoria.

    Sempre consapevoli che le abilita’ tecniche di 2/3 di noi non erano eccelse, mi auguro sia passato il messaggio che una squadra vale piu di 3 top player…..finiamola con la ricerca di formazioni vincenti e giocate con il cuore.

    L’ uscita di Luca per me e’ stata la mia vera sconfitta, ma non siamo qui a giudicare il torto o la ragione, fortunatamente siamo tutti diversi e di conseguenza abbiamo ambizioni diverse.

    come sempre romantico
    gianlu’.

  2. 21/09/2012
    19:54

    Gianluca complimenti, La finale è stata bellissima.
    e grazie del commento.
    Io esprimo un parere di cuore, è ovvio che rispetto le motivazioni di tutti.
    Tue, di Luca, anche di Juri – che forse ora vuole veramente una squadra alla sua altezza :/-
    Solo forse m’è sembrato un pò troppo presto per annunciarlo
    C’è da essere contenti del risultato e gioirne un bel pò.
    Io avrei atteso, poi che ne so… sono discorsi che avete fatto già tra voi da tempo credo.

    detto ciò un indovinello: scoprite nella panoramica in testata, chi è il personaggio misterioso, gemello di un noto giocatore romano, che bazzicava al Sassonia…

  3. tobia
    22/09/2012
    13:14

    sempre un piacere leggere i tuoi scritti
    ciao

  4. Fanta
    22/09/2012
    18:12

    Incolpevole sono…
    Immaginatevi come rosicavo seguendo i risultati.

  5. Fanta
    22/09/2012
    18:14

    Ciccio merda.(scherzo aveva i suoi buono motivi)

  6. 24/09/2012
    13:43

    indovinello: scoprite nella panoramica in testata, chi è il personaggio misterioso, gemello di un noto giocatore romano, che bazzicava al Sassonia

    Ahahaahha avevo il mio gemello ad un passo dal naso e non me n’ero accorto!!!

  7. 27/09/2012
    16:18

    Complimenti Marco ottimo resoconto. Però come fai a dire che sono meno cazzone del solito…??? Devo impegnarmi di più allora…

  8. 28/09/2012
    11:34

    @Richi… si parla sempre di una leggera flessione.
    Non temere, resti sempre a livelli inarrivabili per tutti.

E mo te tocca risponne...

You can add images to your comment by clicking here.

Vedi un po' qua...


Fatal error: Call to undefined function related_posts() in /home/romabikepolo/romabikepolo.org/wp-content/themes/romabp/single.php on line 89