28 gennaio
2013
scritto da - il 28 gennaio 2013

poco fa scrivevo su FB:

<A Roma piove e fa freddo… Voglio la Salinellaaaaa!!
Che campo! insieme a Rivoli e Porcìa tra i primi tre d’Italia, per me. Che bravi i ragazzi di Howlers. birra ottima, un djset a vento e supercatering. Per non parlare delle piantagioni di cozze che se semo magnati! E tanti nuovi Poloamici!! aìmm pur vinciùt! ceccòs stac ‘e megl?>

questa la sintesi, l’analisi è un pò più lunga e la scivo qui.

Che paese polo-figo che siamo, se nello stivale ci possiamo permettere ben due tornei in contemporanea!! Un Cascadia bench e un African league.
Debbo dire, mi spiace di non aver fatto gli auguri di persona a Tobia, ma il cuore e la testa mi diceva di andare a Sud.
E, non ostante il meteo inclemente, nei ventosi giorni della Merla a Taranto s’è giocato in calzoncini corti. Viaggio funestato da qualche imprevisto logistico nel lasciare la Capitale, ma poi fluito liscioliscio sul super Polovan Mercedes guidato con maestria dal buon Fabio.
Una scoperta er Sorfabietto, uomo dalla battuta sempre pronta e dall’appetito cavernicolo.
Taranto, chi l’ha vista? però stavamo proprio nell’isola, la parte di borgo vecchio circondati dal mare da una parte e dalla laguna interna dall’altra. Ostello alla fine passabile, un pò angusto e spartano, ha messo alla prova le capacità di adattabilità olfattiva dei convenuti.
Insieme Romani e Catanesi divisi da un corridoio, ci siamo incontrati nel fumoir a mezza strada, là vicino alle docce fredde :)
Insomma atmosfera tipo gita delle medie, camerate collettive un sacco di risate e afrori mascolini. Cozze ovunque anche nel caffè, insieme agli omega tre abbiamo scoperto la via del cavatello e della purea di fave.

Veniamo al torneo. Primo giorno

Venerdì alla fine, non ostante la buona volontà degli organizzatori, frustrati dalla pioggia battente, e dall’ora tarda, non s’è giocato.
Sabato invece, tempo bigio e fresco. Un pò coperti s’è giocato qualche throwin prima che Nicola Scimmia e Valerio facessero la ruota per i gironi. Dieci squadre, sei partite a cranio. Si comincia un pò tardi, ma si riesce a finire prima che siano necessarie le luci artificiali.
Gli Omega tre fanno belle partitelle, I Kill Crabs (Longa Giardo e Marco), la prima squadra di Fano (han lasciato a casa i pulcini Lemon Roy Dee e i senescenti Crabs), ci mettono tre partite prima di macinare, poi guadagnano tre schiaccianti vittorie nelle residue partite. Polli avanzano a reti inviolate, chiudendo sempre prima del tempo.
Li incontriamo a metà giornata: come Rbp-Senatori vinciamo finora contro tutti.
Giochiamo in attacco un pò disordinatamente e ci rifilano un rotondo tre a zero. Io mi sento di non giocare bene. La mano mi duole, sbaglio qualche passaggio, tiro regolarmente fuori. Valerio tira ma Pasquale para, Sapo dribla, s’addanna, tira, ma Pasquale para. Federico, mi brucia un paio di volte frullando la sua splendida RC metri avanti a me. furoreggia nel dribbling stretto, i Polli si passanno molto la palla. Marco, con la sua Maxpower nuova mi sovrasta dall’alto. C’è un pò di confusione nel nostro gioco, qualche piede di troppo, ci rovesciamo in attacco e viene il terzo gol da lontano a porta incustodita. Insomma, usciamo un pò frastornati come se non avessimo ben capito perchè…
A parte questo inciampo finiamo secondi a fine giornata. Roma comunque seconda e terza!
Il terzo team di Catania, Bike Bongiorno (Melo rivelazione del torneo insieme al giovane 14enne di Corato, e alla piacevole conferma del Killer Marco) si fa strada verso l’alto battendo nel derbi un malconcio Ciccio e compari Animali (vedremo che diversi prodromi non avranno uguale conclusione)
I Vastasi chinano il capo contro le straniere ma giocano, parano, combattono.
Frix smadonna con la sua posteriore instabile e il suo “tre a bastoni” conquista una sola vittoria, come il colorito team di Corato, team poligenerazionale in cui milita un giovane Valente promessa, futuro Del Piero del polo italiano (daje!)
Cozze pelose chiudono in fondo con un secchio di gol subiti. ma convincono in simpatia.
Omega tre: K Corrado e Fabietto, portano a casa un record di velocità: 5 a zero contro le Cozze Pelose, in 1’38”.

A mangiare! Megatavolata enogastronomica tutt’ inziem.

La Domenica
Domenica, doppia eliminazione, previste cinque ore di gioco, sveglia comoda, bagagli, ricordini di K nel cesso dell’ostello, colazione, due foto alle colonne e a giocare.
Pian piano il sole si appalesa, la birra comincia a scorrere come si deve, si gioca accompagnati dal piacevole resident djset. si va allo scontro coi Polli intorno all’ora di pranzo. Decidiamo di giocare prima della pausa. Giusto prima di cominciare, un presentimento mi fa cambiare mazza. Giochiamo una partita semi-perfetta. Li aggrediamo e andiamo in breve sul due a zero. Le paure sono svanite, I Polli si aprono in cerca di una possibile rimonta ma riesco a mettere a segno un tiro da oltre centrocampo.
Il quarto gol viene come un frutto maturo, io e Valerio ci apriamo come ali e schiacciamo sulla sponda i due giocatori avversari in attacco, Sapo dalla sua porta percorre tutto il campo indisturbato fino al la porta avversaria. Non sbaglia.(nota a posteriori: mi dicono che probabilmente questa azione è avvenuta nell’ultima partita, chied venia per i miei neuroni)
Qui ci fermiamo un attimo. Aspettiamo una reazione che c’è ma non da frutti. Ultima folata di Sapo s’infrange su una ribattuta di Pasquale, la palla finisce a me, libero davanti alla porta, l’infilo nel buco davanti alla anteriore. Sono passati credo sei minuti.
Al riposo corroborati da questa vittoria.
Purtroppo Corrado-san, K e Sorfà , dopo aver falciato le speranze dei padroni di casa Vastasi, si fanno eliminare da Bikebongiorno 1:3. Qualche pecca in difesa e nella circolazione di palla, ma tutto sommato, per la prima uscita insieme, non male.
A seguire, ci gustiamo la seconda e la terza partita tra Animallet e Bike Bonjour. Quest’oggi Ciccio si è alzato con un’altra capa. Non ostante i bei tiri di Melo e le folate di Lampione e Tamarindo (proficuamente salterino) mantiene il possesso palla, elargisce ai compagni, difende, tira. S’addanna e all’uscita alla fine della seconda vittoria, con cui scaccia dal torneo i fratellini Bongiorno, la prima che dice è : <Qual’è la seconda squadra di Catania? ah?>
Verso le quattro e mezza s’inscena la finale: I polli si sono liberati con una certa facilità degli Animallet e s’apprestano a dar battaglia ai Romani.
La finale è più combattuta della precedente, ma sempre in un clima di correttezza. Blocchi allo spazio piuttosto che sull’uomo. Riusciamo a imporre il nostro gioco. Lasciamo che sia Sapo a mattare e io e Valerio in copertura. Sul tre a zero (mi pare) i Polli provano, da squadra matura a cambiare tattica, vengono avanti in tre con i blocchi sul portiere e lavoro di mazza in mezzo alla nostra area, mi obbligano al foot down e segnano. Ma è l’unico che riescono a segnare; noi ripartiamo con passaggi diagonali di prima sulla corsa del compagno. La Maxpower di Valerio vola, l’Anonima pure, 4, poi cinque. Insomma Sapo sugella la vittoria e finalemnte ci possiamo abbracciare. Grandi Polli! c’avete fatto sudare freddo.
Seguono birrette e tabacchi sull’ultimo baglio di sole. trofeo di cristallo, ricchi premi: felpe vino e Birra artigianale !!!, foto di rito, Vaffanculi di rito, applausi, altre birre alla goccia. Saluti abbracci promesse di prossime sfide.
E via verso l’autostrada.

Concludendo
Bravi Senatori. Grande Catania la migliore del torneo (2°3°e4°) ottimi Fano Killers quinti e un piazzamento di rispetto per l’altra romana Ω3. Tutti gli altri spero anzi so che come primo torneo organizzato o giocato, si sono tutti divertiti, e non vedono l’ora come me di incrociare nuovamente le mazze.

Grazie in primo luogo a Nicola, Frix, Marco, Massimo che si son sbattuti più di tutti per la proficua riuscita dell’evento, e a tutti gli altri che hanno dato una mano. Ai tanti fotografi che c’erano e alle ragazze del catering per un lavoro molto ben fatto, al resident per aver sopportato il freddo per il nostro sollazzo.
A Fabietto che c’ha regalato perle di romanità
A Kappa per i suoi discorsi sul ph del Thè tiepido.
A Corrado per illuminarci ogni giorno.
Ai compagni di squadra, vecchi e nuovi.
A i cicci e ai chicco di tutto il mondo.
a  proposito… ma Mindcharlie, tu che si dice abbia portata il polo a Taranto… ma dov’eri?

maledetta l’intervista a tradimento, spero che non uscirà mai ciò che ho detto.
Viva le cozze!

purtroppo la mia Canon s’è scaricata il primo giorno, quindi le foto andate e cercatele, poi magari linkatele qui sotto nei commenti.

foto sull’evento FB
foto sul sito The Howlers
altre foto di Cosimo Calabrese

24 Commenti

  1. iac
    28/01/2013
    19:14

    Orgoglioso di essere un polista un poco del mondo,
    ma sopratutto de RomaBikePolo!!!!

    W le cozze pelose

  2. vittnun
    28/01/2013
    21:06

    Semo gli urtimi ma ci alleniamo per la prossima. Perche la cozza va su tutto.

  3. corrado
    28/01/2013
    22:10

    daje cozze pelose.

    grande marco per l’ombra e le belle foto.

  4. 28/01/2013
    22:41

    W le cozze

  5. Sevenyears
    28/01/2013
    23:02

    Le cozze pelose ringraziano!
    Spacch e mangie.

  6. Sorfabietto
    28/01/2013
    23:19

    che spettacolo, bravi tutti. siamo noi a ringraziare. daje taranto

  7. Fanta
    29/01/2013
    11:17

    Supercozzepelose!
    (uno di quelli che gioca nella seconda squadra di catania).

  8. 29/01/2013
    11:26

    A quando il prossimo???
    A quando il prossimo??? A quando il prossimo???
    A quando il prossimo??? A quando il prossimo??? A quando il prossimo???

  9. 29/01/2013
    11:27

    @ FANTA: ma da quand’è che giochi nei bike bongiorno???

  10. […] Abbiamo giocato, ci siamo divertiti … e se volete leggere il commento di chi è VENUTO ha VEDUTO e ha VINCIUTO, mettetevi comodi!! […]

  11. […] Abbiamo giocato, ci siamo divertiti … e se volete leggere il commento di chi è VENUTO ha VEDUTO e ha VINCIUTO, mettetevi comodi!! […]

  12. 29/01/2013
    14:01

    A belliii, la prox andiamo di barbecue e festa notturna, peace!!!

  13. lele
    29/01/2013
    14:18

    daje RBP

  14. sapo
    29/01/2013
    14:20

    Un campo ed un’organizzazione rari, una comunità da paura; insomma la trasferta perfetta.
    menzione speciale per le pinte sul podio.

    Cmq, vabè che ormai siamo polisti bella a buasserì, bello, bello tutto, ma vorrei ricordare a Marco F. che: c’è solo un capitano!
    e a ‘sto punto chiuderei così:
    http://youtu.be/5o3kDnpsHBM

  15. 29/01/2013
    16:19

    saudade…

  16. Marco (KILL)
    29/01/2013
    17:29

    …Marco, correggi subito!!! io orgoglioso di aver fatto l’unico gol ai polli nella giornata di sabato, e me lo togli!!! ;) comunque è sempre bello rileggere il tuo report del giorno dopo!!! bella 2 giorni!grande Taranto

  17. 29/01/2013
    17:40

    Chiedo Venia, non ricordavo se avete giocato con BikePollo prima o dopo che ci giocassimo noi… comunque fate bene a correggere i miei errori, spesso il resoconto è un papocchio emozionale a volte cronologicamente sconnesso.

  18. Corrado
    29/01/2013
    18:16

    Giocare sotto groove( e che groove!) non ha prezzo.
    Grazie Alex

  19. Marco (KILL)
    29/01/2013
    19:16

    non ti preoccupare Marco stavo scherzando!!! tranquillo! ;)

  20. 29/01/2013
    21:21

    a lavorà a 1000km stavo! ecco dov’ero! ma meno male che il seme, solo solo è venuto su. io non ho fatta niente! grandi regà

  21. Nicola
    30/01/2013
    10:34

    Concluderei con la canzone di Valeria Rossi:
    “Dammi solo tre parole…
    COZZE CÙ LIMONE…”

    Grazie a tutti!

  22. 30/01/2013
    17:52

    Ho aggiunto alcuni scatti di K.

  23. 31/01/2013
    03:08

    Grazie Marco!
    non pensavo di essere rivelazione ma di sicuro il polo per me è una una salvezza, un’inaspettata energia, voglia anocora una volta di mettermi in gioco, dare tutto per qualcosa che fa parte della mia vita da poco, crederci e provare a fare bene.
    L’esperienza tarantina rinnova e accresce l’amore che ho per questo sport, forse l’unico vero colpo di fulmine della mia vita!

  24. fanta
    01/02/2013
    13:23

    Pischelletti … Devono pedalare ancora un po’ prima di raggiungergi

Rispondi

Devi esse Registrato pe scrive un commento qua.

You can add images to your comment by clicking here.

Vedi un po' qua...


Fatal error: Call to undefined function related_posts() in /home/romabikepolo/romabikepolo.org/wp-content/themes/romabp/single.php on line 89