16 ottobre
2012
scritto da - il 16 ottobre 2012

Sarò brevissimo:

Ancora una bel weekend di vacanze italiane per Lorenzo…
Anche se oltralpe cominciano ad accorgersi che in Italia si vince facile…
eh eh. scherzo: il valore aggiunto di incontrare talenti cresciuti in vivai interessanti come Ginevra e Lione è un bene assoluto e necessario per il polo africano.
Cerchiamo di remare in fretta per tornare ad attraccare saldamente alle Alpi!

Detto ciò: campi piccolini, ma in una cornice di tutto rispetto: l’ex Ansaldo di Milano,  fatiscente costruzione veteroindustriale nel cuore di un quartiere borghese e residenziale, declinata a salone del Bicycle Film Festival dal sapore scarno ed essenziale.

Il popolo del polo si sa si adatta a tutto per cui il bivacco fumoso e ruttoso s’è fatto subito riconoscere dall’organizzazione dell’evento.
Ciononostante, un folto pubblico di “vestiti a festa” ha affollato ogni interstizio a disposizione per godersi il “circo dei pazzi sulle bici polanti”

A mio avviso (ho riscontrato anche pareri contrari) il campo stretto e relativamente corto, ha sviluppato un gioco più “sicuro” nel senso che le velocità di punta sono state più basse e quindi anche le forze in gioco. comunque sia , dopo un approccio dubbioso mi son assai divertito.

Ha vinto La squadra di Sapo, Lorenzo e Cicci, bravi tutti e tre, giunti imbattuti alla prima delle finali contro il team lionese dei “tre spritz svp” dell’abruzzese Salvo in compagnia di Martin (miei compagni nel Tribale estivo a Bergamo) e del giovane talento Morgan, già incontrato a Roma in occasione del Polosseum II.
La terza papabile pretendente, Millions of Dead Cops ha dovuto cedere il passo ai francesi, dopo un torneo brillante.
Si tratta di due terzi dei Tigers con l’innesto di Punch dei Bam! al posto di  zio Tobia. Mattia ha bisbocciato i suoi 28 anni (se non sbaglio) sabato, nella stessa sera sempre se non mi sbaglio, Cento cercava di aprirsi un terzo occhio cosmico al centro della fronte procurandosi un fastidioso gonfiore:)

Io ho giocato nei MILANO LADRONA con Danka e Matteyo di Milano Beta e siamo giunti si dice a parimerito con l’altra milanese Alfa.
(Anche se si sono cagati sotto di fare lo spareggio per il quinto e sesto posto)
Ottima l’integrazione con i Beta, anche a letto con Matteo è andato tutto bene:)
Bozo ha arbitrato con scioltezza,

note: Lorenzo ha avuto dei problemi con Cicci, già in chat prima del torneo, anche solo nella scelta della maglietta.
Prova ne è che non siano riusciti a trovare un nome decente (Malabananafuckers= Malaforca, Team Banana e Moteur Fuckers.) A dispetto di ciò sul campo s’è vista abbastanza squadra. Ovviamente più brillante nelle individualità che nella coralità. Bravi ad ogni modo contro i sorprendenti grilli francesi.

A Milano c’era anche l’ottimo Marco Calì, che oltre ad arricchire Italotreno e Trenitalia, ha calcato anche qualche throwin con bici e mazza in prestito, ha disputato una estenuante alleycat e ha preso parte allo staff della Criterium, per assistere alla quale anche il polo s’è fermato. (NB: Grosu, il corridore torinese arrivato 2°, correva sul telaio disegnato dal Perro!)

A proposito, io che avevo finito allora il mio girone, mi sono abbandonato ad un pisolino nell’area polisti.
Mentre tutti erano in strada, l’area intorno ai courts è rimasta deserta.
Mi ha destato solo un suono fragoroso di colpi che nel silenzio assoluto si abbattevano con tonante furia contro le sponde del campo A. Mi sollevo oramai sveglio e assisto alla scena del solo Morgan che, come a sviscerare un risentimento contro l’inaspettata interruzione, bombardava sardelle da una porta all’altra del campo.
Tiri invero tra i più forti mai visti, da slogare la spalla.

In effetti il gol più spettacolare è stato il primo della seconda finale: sul joust  Morgan ha scaricato un tiro dritto e teso che ha frantumato la pologuard anteriore di Sapo (stà robba turca nun vale ‘ncazzo), spezzato un raggio e si è andata ad insaccare nella porta di Cicci, senza che ello neanche si avvedesse dell’arrivo della stessa: una di quelle cose da Holly e Benji, da Mimì Ayuara, tipo: fermo immagine della pallina oblunga deformata dalla potenza del tiro.
Incredibile. MVP meritatissimo, e conseguente telaio Dodici.
La cosa che ti rode è che stò ragazzo è dell”88. e gioca dal 2008!
Per il nostro anziano movimento è tempo di correre ai ripari urgentemente.
Per quanto mi riguarda, quando Tobia smetterà di giocare, per non essere da meno dovrò calcare i campi almeno fino alla sua veneranda età ;)

http://hardcourtitalia.challonge.com/bff2012_finals

Grazie a tutti, a Carlo in particolare e ai Betaladroni e alli sponzori tutti.
Grazie alla mia bici che non si è rotta.
Peccato essermi perso la festa finale e premiazione, ho salutato di fretta solo quelli che ho incontrato fuggendo via. Saluto qui gli altri.
Non ho fatto foto ma qui ce n’è qualcuna

se vedemo a Pordenone!

Tags: ,

8 Commenti

  1. iac
    16/10/2012
    18:22

    grandi Sapo, Lorenzo e Cicci!!!

  2. Sapo
    16/10/2012
    20:23

    Hahaha
    Senza nulla togliere alla meteore di morgan, il raggio era già rotto; ad ogni modo la pologuard turco/cinese esplosa in mille pezzi è stata bella.
    Il bff a milano è sempre fico, gli amici milanes sempre superaccoglienti. Avvincente la criterium (cose mai viste!) e ciclodivertissement sparsi ovunque.
    Complimenti ai betaladroni che al sabato pareggiano sia con malabananafuckers che cogli spritz

  3. 17/10/2012
    10:21

    Come sempre un ottimo riporto (mi sembra quasi di esserci stato).
    Comunque volevo precisare che Sapo è stato punito dal supremo Dio del Polo, con la rottura del pologuard perchè ha voluto fare il figo e partire con la routa anteriore contro la sponda.

  4. Frank
    17/10/2012
    10:34

    Marco: quando vuoi…. e che Domenica poi ci siamo dimenticati….

  5. Salvo
    17/10/2012
    13:24

    DAJE Marco!!!
    come al solito un piacere tremendo rivedervi tutti!!!
    Seguiro’ su chalenge i percorsi dei compagni romani a Pordenone.
    incrocio le dita dall’altra parte delle alpi ;)
    n’abbraccio a tutti 3 spriz SVP ;)

  6. 17/10/2012
    16:16

    è stato un piacere ed un onore giocare con te. Ricordo anche il 5/4 con i Rockets come una delle nostre più belle partite. Quando vuoi, sai che con me e Danka si puo fare squadra. Ci vediamo a Pordenone sabato!!!!
    P.S. Ma il futuro di Gau ragazzo di polo come vocalist in discoteca??? Grande!

  7. Marco
    17/10/2012
    16:23

    Cacchio è vero! quel giovine ha un futuro! sia con la mazza sia col microfono…
    ah ah

  8. Gio
    18/10/2012
    01:05

    Bel torneo, bel rapporto, come sempre. invece pessima idea cominciare ad usare le scarpette proprio lí.. Per poi decidere di usare gli attacchi come pedali dalla seconda partita in poi, abbandonando le scarpette.
    Vabé Meno male che c’é Grosu . Grazie Milano per aver organizzato!

E mo te tocca risponne...

You can add images to your comment by clicking here.

Vedi un po' qua...


Fatal error: Call to undefined function related_posts() in /home/romabikepolo/romabikepolo.org/wp-content/themes/romabp/single.php on line 89