23 aprile
2013
scritto da - il 23 aprile 2013

minority-report

Ubi Maior Minor cessat.
Cessarono Catania, Roma e tutte le altre davanti al Maior Veneto.
Tributiamo il giusto merito a Mattia, Luca, Punch, Canesio, Edo, e Enri.

Che palle! Ancora una volta la scuola vicentina allunga la sua mano e arraffa il trofeo capitolino.
Non ho voglia di dilungarmi sull’analisi tecnica.
Han giocato meglio, hanno una panchina di tutto rispetto oltre ai 2/3 di Bam e 2/3 di Tigers e, come da pronostico erano e sono il Brasile da battere.
Catania, ottima e ordinata, ma troppo Pollo-centrica per reggere 40 minuti. Comunque nel sabato si son tolti la soddisfazione di battere i campioni. Povero Tamarindo, ladrato della sua biga da polo, stavi spesso per terra con una bici montata in extremis.
Piemonte non al suo cento per cento, però Giovanni e David c’erano, e anche Paolo ha fatto vedere belle cose. Il diamante più lucido è sempre Sciambola :)
Taranto in crescita, di prestazioni e di tasso etilico, con l’innesto di Peppina pagano un po’ la poca consuetudine a giocare insieme. Bei tiri frisi di Friz, belle bombarde al fulmicotone di Marcolino. Daje!
Grazie ai convenuti, so che vi siete divertiti.

Quanto a noi, sono pienamente soddisfatto della mia squadra, Stefano è stato bravo, l’hanno apprezzato anche i suoi conterranei, che dicono anche un gran bene di K (diobono se spinge queo lì), Sapo è Sapo, Valerio è Valerio. Fabietto un killer, freddo e preciso, mi son trovato bene con lui. Deve solo crescere di cattiveria e di velocità.
La seconda squadra, s’è forse un pò troppo disunita, mancava anche un pò di condizione atletica, a direi soprattutto di convinzione. Daje rigà!
Avanzi, ha preso carrettate di gol e mi spiace avergli inferto un devastante 26-3, ma questo è il bench minor.

Molto prima di tutto questo, si diceva, quant’è bello andare a i tornei, ma che sbattimento! Molto meglio organizzare in casa e fare venire gli ospiti da fuori. Maddechè!
Molta più fatica e molti più aspetti da seguire nello sforzo organizzativo.
Si sa il polista romano è ozioso e fannullone di base, ma questa volta, un numero interessante di soggetti s’è dato un bel da fare per tirar su l’evento, che, sentendo un pò in giro, è piaciuto a tutti.
Di certo aver fatto una bella cosa ti ripaga della fatica, le litigate, i malumori eccetera eccetera. Quindi è giusto che in questo riporto, la maggior parte l’abbiano coloro che l’han reso possibile.

Anche se siete arrivati dopo le grandi fatiche e ve siete dati prima delle grandi fatiche, grazie a Quang e Roberto per la grafica e i contatti con gli sponsor, grazie a Matteo Roberto, Alessio, Francesco per l’idropulizia e per aver dato un mano a montare.
Grazie a Corrado per la pulizia delle canaline ed essersi occupato delle iscrizioni e per le porte.
Grazie ad Aziz per la splendida checca e per l’aiuto con le sponde.
Grazie a Tiago, per il fusto e per l’aiuto alla spina!

Grazie a Marco Calì per aver seguito la delicata progettazione e fabbrica del campo e per il suo costante apporto fisico quando c’è da menar le mani, e di cazzeggio quando si tratta di stemperare la tensione.
E grazie di aver rinunciato al sonno per ospitare gli ubriaconi veneti.

Supergrazie a Stefano, infaticabile cuoco a cui dobbiamo gli ottimi cus cus e pollo e inoltre birraiolo, fustista, spinista, bravettista, lavatore di bicchieri e altro ancora, (tra cui polista di sostanza)
Grazie Alessio e Genny, Lele e Noemi per le teglie di lasagne e le montagne di verdure cotte. Grazie a Cloe per la Quiche (che non ho assagiato, accidenti!)
Supergrazie a Iacopo, cucitore continuo di comunicazioni, entusiasta faticatore, cuoco anche lui insieme ad Aziz, ha ceduto solo sull’ultimo miglio, dopo una estenuante maratona.

Grazie a Simona, che ha spillato gran parte delle birre e ramazzato fino a tardi insieme a noi reduci sopravissuti. E per le foto e per la cena di sabato.

Grazie a Elisa, capobanda del salotto rosa, maggiore responsabile della sbronza di sabato, ma anche lei pronta al banchetto delle colazioni all’alba di domenica :)
Chiara ti ha già tributato amore eterno, Manuela, credo ti erigerà una statua…
insieme alle altre ragazze hanno risolto brillantemente tutti gli imprevisti organizzativi e coperto dei ruoli fondamentali ai fornelli e al servizio dei polisti ospiti. Menzione d’onore alle femmine del polo:)

Grazie al Loco per le splendide cibarie da gran gourmet, e per il sostegno chimico.
Grazie anche a Fabietto, a cui dobbiamo lo splendido segnapunti, un aiuto anche sulle corveè più faticose (i secchi della monnezza, le sponde) e per avere giocato un gran polo (ricorderò per sempre una azione con tiro splendido a chiusura di un triangolo veloce e perfetto!)

Supergrazie con menzione d’onore a Francesco F995, che si è smazzato in operoso silenzio con l’animo sempre leggero e disponibile, l’elettricità, l’amplificazione, il djset (grandi brutopop), l’allestimento e la somministrazione della birra, l’approvigionamento della stessa, e mille, mille altre cose. Giocando fino all’ultimo throwin con l’energia d’un regazzino. Una rivelazione!

Megagrazie a Sapo, primo propositore del bench, flagellatore dal primo momento sull’urgenza delle cose da fare, senatore in campo e fuori, primo consigliere, supervisionatore, uomo immagine ma anche manovale comune e provetto decespugliatore, nonchè scarrozzatore in polomobile di persone, cibo e di una quantità d’altre utilities.

Un megagigantesco grazie a Valerione che ha sempre seguito tutto dall’alto (anche quello che in un primo momento doveva essere delegato ad altri) e dal basso con attenzione e intelligenza, e ove possibile lasciandosi scivolare addosso il troppo stress, le maglie, i preventivi, la contabilità, la progettazione e costruzione delle sponde, i contatti con la Snia, il tabellone, gran parte degli arbitraggi, i pacchi gara, le premiazioni, tutto…

Grazie a Teo che c’è venuto a trovare non ostante i tanti km, sei rempre un RBP!
Grazie a Giorgio che avresti potuto pure giocare però sò contento lo stesso che sei passato, Cento era in visibilio per il tuo ciclopattino. E a Nario per il mini djset, uguale discorso per il gioco.

E grazie pure a Alleg, per avermi restituito le chiavi con cui abbiamo chiuso ieri sera, ultimi due ad andare via.

Grazie enorme al CSOA EXSNIA e alla CICLOFFICINA DON CHISCIOTTE nelle persone in particolare di Piero, Marco, Giacomo, Dario, Laura, Alessandra, Andrea, e quanti altri ci hanno aiutati in questo evento.
Grazie anche a Enzo del Forum territoriale, che ce stà a pijà gusto col polo al Quadrato, anzi spinge per il children’s day e per il rookie day.

Grazie a Marius e compagni che ci han risparmiato di smontare il campo tra sabato e domenica.

Grazie a Luca Bam, per l’occhio nero, ma soprattutto per avermi avvertito in tempo che il mio telaio era crepato.

E grazie pure alla mia famiglia e alle altre che son venute a conoscere questo strano circo de matti sulle bici, in particolare a mio padre che ha fatto le foto che vedete qui sotto. Grazie al pubblico di affezionati ciclisti romani che sempre ci segue e ci fotografa in particolare gli amici di Eadessopedala e i nuovi amici di Pescara Luca e Fabrizio: Daje!

un bacio senza lingua a Scimmia, Fantasmino, Friz e tutti gli arbitri.
un abbraccio a Taranto sempre nei nostri cuori.
un saluto affettuoso ai Piemontesi
Daje Catania!!
abbassoalè Vicenza:)
Un arrivederci a presto a tutti.

Come al solito mi scuso con quelli che non ho nominato, sono nel mio cuore, ma i neuroni cominciano a vacillare alla mia età.
Ci siamo dimenticati la foto di gruppo, cazzo!

le foto nella pagina dell’evento su FB:

http://challonge.com/UMBM

http://challonge.com/UMBM_final

15 Commenti

  1. tobia
    23/04/2013
    08:12

    foto e titolo top.

  2. Iac
    23/04/2013
    09:54

    Che dire… daje sempre mondo polo!

  3. Gio
    23/04/2013
    10:26

    Grazie Corrado! che ospite, Giri per Roma Fino a tardi, Maritozzi prima di andare a dormire,
    e ti ho pure tirato una palla alta quando eri in porta :D _
    Grazie Romani, dentro quelle 4 mura non ci avete fatto mancare niente!

  4. stefano
    23/04/2013
    10:45

    e grazie a Marco Flore, che si merita un inchino, per il suo riporto, per il lavoro lavoro di preparazione al torneo e per non essersi mai fermato sabato e domenica , che l’ho dovuto prendere e dirgli: marco fermati che mo dobbiamo giocare!
    L’ultimo ad andarsene dal campo sempre e sempre disponibile a darti una mano.
    poi ringrazio la mia squadra, per avermi preso con loro e per le ottime giocate e le stronzate fuori dal campo.
    E permettetemi di mettere in risalto la prestazione del flore, nella partita decisiva, la semifinale contro veneto/piemonte, a mio parere impeccabile. Praticamente 40 minuti senza mollare un secondo.
    big up per RBP !

    il prossimo torneo lo facciamo BM endurance con partite da 12 ore ahahaah

  5. sorfabbietto
    23/04/2013
    11:21

    e già Marco mancava solo il ringraziamento a Marco Polo, grande polista per me destinatario del paventato “premio al miglior giocatore”, pensiero e azione…non si faceva in tempo a dire una cosa che già la mettevi in atto….relationship manager…manovale…”incassatore” con nonchalance (ammazza ke okkio nero Cì)…sempre in prima linea…
    Daje con affetto

  6. 23/04/2013
    11:29

    Con Stefano e Fabietto mi unisco al coro dei ringraziamenti per Marco, sempre pronto a fare di tutto e di più e a compensare le mancanze degli altri senza mai lamentarsi (mi insegni come si fa???).
    IMPAGABILE!!!

  7. iac
    23/04/2013
    12:20

    E il trofeo ne vogliamo parlà…. bigFlox!!!

  8. stefano
    23/04/2013
    12:57

    Valè io devo ringraziare sommamente pure te, non solo per gli sbattimenti e il lavoro fatto, nonchè la pazienza ma per il big prestito della bici! Non sarebbe stata la stessa cosa con la vitamin a.k.a. Crisi. quindi mi inchino nuovamente.

    Sto accumulando molti debiti con la comunità polistica romana, tra un po’ vi devo portare tutti a cena a sfondarsi in osteria!

  9. stefano
    23/04/2013
    12:58

    ho scritto veneto/piemonte era veneto/friuli

  10. 23/04/2013
    13:38

    comunnicaz. di serviz: qualcun. ha pers. quest. mazz. di chiav.
    Oltre alla chiave grossa nera di una kriptonite, ci sono tre chiavi d’ottone.
    Su una di esse c’è scritto British brass.
    Se le volete lasciate un milione di $ al palo daa morte.

    Immagine-4.png

  11. corrado
    23/04/2013
    14:13

    Maritozzo con la panna ; cibo degli Dei!
    Un grazie a tutti gli amici di “crociera” e agli ospiti , con particolare menzione per le Signore dei polisti, che dimostrano una volta di piu, quanta comprensione hanno verso di noi.
    Certo però il mini-polo e la foto finale……..che pippe!

  12. lele
    23/04/2013
    14:49

    grazie a tutti

  13. lele
    23/04/2013
    16:33

    Dimenticavo, la piu’ bella partita e’ stata Piemonte – Catania. Super David ( vojo apri il primo fans club David).
    I Vicentini sono la scuola del polo italiano e in piu’ sono impazziti totalmente.
    W Vicenza. Dio Can potevo nasce a Vicenza

  14. iac
    24/04/2013
    09:49

    Vicenza nun c’ha er sole….(ma tenti trofei)

E mo te tocca risponne...

You can add images to your comment by clicking here.

Vedi un po' qua...


Fatal error: Call to undefined function related_posts() in /home/romabikepolo/romabikepolo.org/wp-content/themes/romabp/single.php on line 89