Le Biciclette

Qui di seguito gli articoli che descrivono le nostre bici. Manco ve lo sto a dire quanto è importante la bicicletta, che mica potete venire a giocare a polo con la Cervèlo da un milione di dollari, ma manco co un catorcio che non frena.

Guardate, imparate, chiedete, consigliate o prendeteci per culo. Siamo qua per questo.


c.a.c. Spaccaraggi 3.0

Che ci si fa con gli avanzi del Polo?

Dopo una lunga carriera la gloriosa Spaccaraggi, protagonista del HBP old school della capitale, si è messa da parte per lasciare il posto alla più performante On*one inbred. Vederla che prendeva polvere dai tempi della mazza d’oro 3, sua ultima uscita pubblica, mi faceva stringere il cuore, quindi mi sono messo a catalogare i pezzi di bici che avanzavano e ho dato nuova linfa vitale a una bici che non ci pensa nemmeno a farsi da parte.

(altro…)


Dalle ossa rotte della Menabrea risorge “Tetano” l’ultima bici da polo targata officine Flore. Tutto è cominciato a Marzo, dopo il Greifmasters 2. Avendo visto tutte le novità europee in fatto di telai, ho scelto alcuni modelli di ispirazione ( la bici di Alejandro, i disegni della bici di Camilo, la Geekhouse e la Yabusame).
(altro…)


Non ostante il suo debutto ufficiale ad agosto 2010 ai Worlds di Berlino, non è stata a punto almeno fino al BFF di Milano.
Ad oggi ci avrò messo su le mani talmente tante volte che non mi sono mai deciso a dedicarle una pagina.
Non credo ci sarà mai una release definitiva.
Il telaio è stato prodotto a Vicenza per Luca RC, con cui ha partecipato alla mazza d’oro 3 ed è stato acquistato nel giugno del 2010, dopo gli IHBPC.
Monta una guarnitura Shimano Deore M543 leve da 170 al momento con rapporto 32/18 (1,77)
Freno a disco anteriore Clarks CMD-8 meccanico.
Freno a disco posteriore Shimano Deore M495 meccanico.
Cerchio anteriore 26″ Mavic 317
Cerchio posteriore 29″ Mavic 719
Sella San Marco Concor GM2 edizione speciale. (altro…)


Dato pare che tutti siano in ferie, oggi mi sono messo a dare una ripulita alle mie bici, e ho fatto due foto anche a la mia bici da polo, La Inbred.

Ormai è quasi un anno che facciamo coppia fissa. Abbiamo pedalato a Torino, Barcellona, Modena, Creazzo, Fano, Ginevra, Berlino, Padova. A guardarsi indietro, un po’ di strada ne abbiamo fatta, e com’è naturale che sia, siamo cambiati un bel po’.

(altro…)


Legato ai miei “compagni di merende” mi sono aggiunto alla spesa stock dei telai inglesi.

Quando poi quella sera prima di Pasqua me la sono ritrovata a S.Lollo ,sotto il de Sanctis benedicente,con quello slope pronunciato,il carro posteriore esile e slanciato, il colore verde ,l’esclamazione “Anvedi un grillo “mi è venuta naturale.

In più questo calzava ad ispirazione del ns mentore:  il Marchese.

Di qui ho iniziato un assemblaggio con  quanto di buono la “Spartana ” ha offerto e di numerosi pezzi acquistati ad hoc

Al campo l’ardua sentenza per una bici nel quale cerco sopratutto, l’affidabilità e la manovrabilità ,supportata dalla resistenza.

SCHEDA TECNICA:

TELAIO:ON ONE Inbred slop dropued 18 acciaio

FORCELLA: exotic 465 alu

ATTACCO MANUBRIO/MANUBRIO:Truvatin Hussenfelt DH/Planet X Fast

LEVA FRENO: Tektro

MANOPOLE:campbros

GUAINA/CAVO :Hiper

SELLA/REGGISELLA:Madison gel 14/Xtasy

FRENO POST:disco meccanico Avid BB5

GUARNITURA/ RAPPORTI :Shimano ALIVIO/ 32-16 – 28-20

BASHGARD: alu handmade “il chirurgo”

PEDALI :BMX Wellgo

CATENA: SRAM 935

RUOTE: Ant / Post Rockrider 26

TENDICATENA :Azonic

PNUEMATICI: ant Scwhalbe big apple 26×2.15  – post Scwhalbe bob crazy 26×2.35
PESO:

12 Kg

Un ultimo ricordo e plauso  và alla Spartana, nella speranza che ,oltre ai pezzi,trametta  lo stesso spirito guerriero al Grillo.

ORA POSSO MIGLIORARE NEL GIOCO.


A un mese di distanza dalla prima partita a bike polo, o meglio: dal primo tentativo di condurre una bici tenendo in mano una mazza, vi presento la Smorfiosa, ovvero la mia prima bici da bike-polo!

Riccardo, che il 13 di Marzo mi ha portato “a tradimento” a Villa Pamphilii a vedervi giocare, l’ha creata per me con alcune  piccole indicazioni ….

La volevo corta, bassa, agile, affidabile e …. Smorfiosa!

Alcuni di voi l’hanno vista e provata in anteprima domenica. Ora Ric l’ha rifinita completamente con l’aggiunta degli indispensabili pologuards, dove è rappresentato il profilo di Gus, che è stato il nostro più amato cane.

Non Le manca proprio niente, nemmeno la Bellezza.

Ora manca solo di imparare a giocare!!! E guai se vi azzardate a prenderla a mazzate!

Chiara


Eccola ve la presento,siori e siore “La Tapparella”,
perche quando è in porta lei, non passa uno spiffero (in teoria).

Mi serviva un mezzo, subbbito! dovevo giocare! pero’ trovare in commercio una bici
(completa e pronta all’uso) adatta per il polo, non è proprio semplice, quindi dopo una
dozzina di minuti di riflessione ho scelto la rockrider 5.3. Ad occhio le caratteristiche
apprese sul campo, ma sopratutto dai RBP research labs mi hanno carpito:

– Movimento centrale alto

– Cerchi resistenti

– freni a disco

– ruote larghe

PRESA! ,dopo l’acquisto, per renderla piu’ confortevole ho apportato le modifiche di routine:

– Inversione leva freno posteriore

– manubrio segato assimetrico

– eliminati vari optional (campanello,portaborraccia)

PRONTA! 3 2 1 POLO!
dopo qualche settimana..t’ho ..il cambio non c’è piu’!
rapportino,tendicatena e pologuards…….(ma la storia continua)

P.S. Grazie Tapparella
il tuo Saracinesca


Previous