25 giugno
2012
scritto da - il 25 giugno 2012

 

Il Dio del Polo ricorda a tutti che stasera inizia il campionato dell’urbe.

Avete lucidato la bicicletta, avete stretto le mazze?

Ricordate Bicicletta e martello, polista modello!!!

Piove pioviccica?


12 Commenti

  1. Luciano
    25/06/2012
    12:50

    Rispondo per primo come modus di propiziarmi il nume del polo…Io ci sono, la bici e la mazza sono work in progress…Ma se tutti insieme ci uniamo in questa richiesta forse potrei essere autonomo, allora :

    DIO POLO,
    dammi un segno della tua presenza,
    fa un miracolo,
    fammi trovare biga e bastone pronti oggi stesso,
    e io farò il bravo fedele e farò tanti sacrifici per te…

  2. Marco
    25/06/2012
    13:05

    Io sono di ritorno da quattro gg fuori roma. Sperando al mio arrivo di trovare un pacco da catania con la mia bici, sennò sono augelli.

  3. Roberto
    25/06/2012
    13:11

    ah io so pronto.

  4. 25/06/2012
    13:36

    Eccomi, stasera vengo accompagnato da questo mio amico

    Heineken.jpg

  5. Sapo
    25/06/2012
    13:59

    Io dovrei arrivare anche prima delle 7
    Calendario pronto, un ultimo giro d’urna e poi via

  6. Alessio
    25/06/2012
    14:00

    Affermativo ecchime…!
    E fateve er nome del padre porca puttana…..!!!

  7. Dio del Polo
    25/06/2012
    14:47

    Il dio del polo non si fa pregare, il dio del polo non si fa fregare.

    se la bici non è pronta si va in ciclo in pomeriggio e la si finisce, se la mazza non la si ha si chiede al flox mastro mazza, mazze buone, prezzi modici

  8. lele
    25/06/2012
    16:31

    ecchime

  9. marco
    25/06/2012
    16:55

    bici ok. ci sono

  10. thomas nguyen
    25/06/2012
    18:06

    io ci sono a dopo

  11. Alessandro
    25/06/2012
    18:42

    Nettare per gli Dei, bici e mazze per gli Eroi.
    A stasera

  12. Juanfelipe
    25/06/2012
    19:11

    Gasperino: ‘o vedi che semo coijoni?!? Ma come, compramo tutto a tre volte il prezzo corente e solo ‘a legna ‘a vennemo alla metà?!?! Dice nun me fido… Ho fatto bene a vedé i conti… artro che. Se tu me freghi qui, me freghi su tutto. Perciò sei un ladro; sei ladro tu, tu padre e tu nonno e io ve licenzio a tutti e tre. [Gasperino si dirige verso una porta.] Aspetta ‘n pò, prima da fa’ fagotto dimme na cosa… Ma quer vinello che se semo bevuti giù a tavola, ma che ‘o famo noi?
    Amministratore: Si signore, viene dalle vigne del Mascherone.
    Gasperino: Siii?!? E quanto ce n’avemo?
    Amministratore: Parecchie botti di quello nuovo più quello vecchio imbottigliato.
    Gasperino: E ‘ndo stanno tutte ste botti e ste bottije… ortre che a casa tua?
    Amministratore: Giù in cantina.
    Gasperino: Allora io vado in cantina e tu te ne vai affanculo, brutto ladro.

Rispondi

Devi esse Registrato pe scrive un commento qua.

You can add images to your comment by clicking here.