8 dicembre
2010
scritto da - il 8 dicembre 2010

Visto che da più parti si parla di tornei europei in formato Bench Minor (Londra, Karlsruhe), mi sono documentato traducendo (e sforbiciando) la  letteratura in merito che ho trovato su web. A me non fa impazzire, sono affezionato al vecchio HBP , ma seguendo la discussione su hardcourtitalia, sembra che la strada del futuro sia questa, più che altro per assicurare un numero maggiore di minuti giocati per chi si sbatte a macinare chilometri per giocare poche partite.


È bene quindi almeno aggiornarsi


foto del torneo svoltosi a marzo a New York


Squadre:

Le squadre saranno costituite da 8 o più giocatori. Per ogni partita (entrambi i tempi) si ha bisogno tra gli 8 e i 10 giocatori sul campo. Anche se la tua squadra potrebbe essere di 12 o 30 persone, è necessario scegliere quali 8-10 persone stanno per essere attivi prima di ogni partita, e giocare con quelli fino a quando la partita è finita. Le squadre possono essere costituite da qualsiasi combinazione di città e non c’è limite di tempo per ciascun membro che gioca. È possibile cambiare i giocatori dentro e fuori al volo purchè ci siano 3 giocatori sul campo (o meno nel caso di una penalità ). Se i giocatori in entrata sono attivi in gioco prima che i giocatori in uscita siano completamente in panchina, sarà chiamata una penalità di ritardo.

Giocatori:

1. Ogni giocatore avrà una maglia del colore della propria squadra.
2. Mazze e le biciclette non devono avere sporgenze pericolose (bulloni sporgenti, bordi frastagliati, ecc), e il manubrio deve avere le estremità tappate.
3. I caschi sono obbligatori. Altre protezioni consigliate.

Goals:

1. I tiri validi partono dalla parte corta della testa della mazza, o da uno shuffle del difensore (o deviata dalla sua bici o mazza) nella propria porta. I tiri che deflettono in porta da un rimbalzo sul corpo di un compagno di squadra, sono considerati shuffle, quindi non sono validi.
2. Si può effettuare un passaggio aereo ovunque e a qualsiasi altezza, ma se si tira in porta deve essere fatto nella tua metàcampo offensiva (non sono validi tiri aerei da lontano oltre la metà campo), e la palla non deve superare nel suo tragitto l’altezza della traversa.
3. Shuffles non contano come goal a meno che non si segni nella propria rete.
4. Dopo un goal, entrambe le squadre avranno la possibilità di cambiare giocatori. L’arbitro fischia per ricominciare a giocare.
5. La squadra che subisce il gol avrà metà campo: il gioco ricomincia quando la palla o un giocatore della squadra attaccante (che ha subito quindi il goal) attraversa metà campo.
6. Se la porta viene spostata accidentalmente, un arbitro lo riposizionerà. Il gioco non si ferma.

Formato:

1. Ci saranno due tempi di 25 minuti ciascuno. Ci sarà 1 minuto di pausa a metà, per il cambiocampo. Non c’è timeout! Sistemi la tua bici mentre sei in panchina. L’orologio si fermerà quando l’ arbitro chiama una penalità e dopo il gol, così le squadre avranno la possibilità di cambiare giocatori, e quindi questa operazione deve prendere una manciata di secondi.
2. Ogni squadra giocherà contro le altre in un round-robin. Vittorie valgono 3 punti, le sconfitte 0. In caso di pareggio il riavvio del gioco è con il classico”joust”, ma le squadre giocano 2 su 2 al golden goal. La squadra che segna ottiene i primi 2 punti, i perdenti ricevono 1 punto. Dopo il round-robin ci sarà un finale ad eliminazione diretta tra le prime 4 squadre. Sulla base della classifica round-robin, la prima classificata giocherà con la 4 °, la 2 ° vs 3 °, Quindi la finale di coppa.

Sanzioni:

1. Tapout: battere la mazza su uno qualsiasi dei due segnali a metàcampo . Se lo manchi, è necessario tornare indietro e colpire giusto, o si sarà ancora fuori. Se si torna in panchina invece di battere tapout, non sarà richiesto di toccare quando si rientra in gioco.
2. Cambio di palla: per le sanzioni come ritardo di gioco,  è  come dopo che un gol è stato segnato. Entrambe le squadre saranno in grado di cambiare i giocatori (velocemente) e appena l’arbitro dà segnale di avvio del gioco, la squadra penalizzata attenderà che l’altra squadra attraversi metà campo con un giocatore o con la palla.
3. Penalità da 1 min: Questo è per quando i giocatori intenzionalmente infrangono le regole (gioco pericoloso, speronamento, ostruzione) o per eccesso di imprudenza (la maggior parte degli agganci, o mazza alta). Quando una di queste regole viene infranta, se la squadra che commette il fallo ha possesso di palla, l’arbitro fischia per fermare il gioco e chiamare immediatamente la penalità. Il gioco si ferma finchè il giocatore falloso siede in panchina (il giocatore penalizzato non può giocare per l’intero minuto, mentre il resto della squadra può cambiare i giocatori, ma restano solo due giocatori in campo). Se la squadra innocente ha la palla, l’arbitro alzerà il braccio per una “chiamata in ritardo”. Attenderà che la squadra che commette il fallo abbia il possesso palla, per fischiare e chiamare la penalità (questo è chiamato una sanzione ritardata, una sorta di “regola del vantaggio”). L’unico caso in cui la chiamata sarà revocata è nel caso che la squadra che subisce il fallo finisce per segnare prima che l’altra squadra abbia di nuovo possesso palla. Dopo che la chiamata viene effettuata le squadre giocheranno 3 contro 2 per il minuto intero o finchè la squadra innocente non segni; a quel punto la squadra trasgressiva può tornare a utilizzare 3 giocatori (compreso il giocatore penalizzato).
(questo solo nel caso del primo fallo: se infatti il giocatore colpevole ripete il fallo più volte senza tornare in possesso della palla, e la squadra innocente segna, viene revocato solo il primo minuto di penalità, l’altro o gli altri devono essere scontati in panchina.)
4. Penalità da 2 min: questo è riservato a falli cruenti con sangue o altro tipo di lesioni gravi (a discrezione gli arbitri). Questo sarà trattato come la pena di un min, ma per la durata di 2 minuti.
5. Espulsione: Questa penalità è riservata per casi di risse. Si è semplicemente espulsi dal gioco. Spetta all’arbitro di decidere se la squadra colpevole subirà un minuto o due penalità. Se entrambi i combattenti sono ugualmente responsabili, nessuna delle due squadre sarà penalizzata (solo i combattenti  sono espulsi).

Regole

1. Footdown: Mettere il piede a terra. e toccare la palla con il piede fuori dal pedale è considerato un footdown. Penalità: Tapout
Se si prende troppo tempo per Tapout, e si interferisce con il gioco, l’arbitro può chiamare una penalità sia per ritardo di gioco, che per ostruzione.
Se si blocca una palla che è chiaramente diretta in porta, il tiro sarà considerato come goal.

Sanzioni punite con il cambio di possesso palla:

2. “Ritardo del gioco”: lanciando la palla fuori campo. Se la palla finisce in una delle aree panca può essere semplicemente collocato in quell’angolo senza interruzione gioco. Se la palla è deviata da una mazza o qualcos’altro e esce dal campo, questo non è un ritardo di gioco. La palla deve solo essere collocata accanto al muro dove è uscita.
Un’altra cosa che causa “ritardo di gioco” è continuare a giocare attivamente non ostante il footdown.
Lo stessa sanzione vale per  punire chi ha troppi giocatori attivi sul campo.
3. Balljointing (alias The Angelo). Descrizione: trascinando la palla schiacciata a terra. BJ è ammesso solo nella zona difensiva del giocatore. Passare la palla da un trascinamento BJ attraverso la metà campo è valido ed è considerato come uno shuffle, ma in zona offensiva comporterà la pena di  cambio di possesso palla.

Sanzioni che comportano la penalità da 1 min:

4. Agganciare o Afferrare– Agganciare una bici avversaria o a una persona con la mazza, afferrare qualcosa che non si dovrebbe con la mano, o “chicken wing” tenendo qualcuno indietro con il gomito.
5. Gioco pericoloso– Colpire qualcuno nella parte posteriore (questo sarà meno grave, se la persona che stai colpendo ha il possesso della palla, ma colpire qualcuno da dietro mentre sta sprintando è pericoloso). Colpire qualcuno sopra le spalle è anche gioco pericoloso, così come pugni o calci  ovunque sia. T-bone e andare direttamente addosso a qualcuno, che abbia o meno la palla è gioco pericoloso.
6. Fallo intenzionale-Si prega di non colpire nessuno, ovunque con la mazza. Se si urta le gambe o in bici va bene, ma se si tira alla palla e il proprio colpo finisce su raggi o sulle dita si chiamerà fallo. Colpire giù duro contro la mazza di qualcuno è decisamente fallo. È consentito agganciare la mazza avversaria, sollevarla e tenerlo premuto con la tua, ma non lanciare la mazza. Fondamentalmente quando si supera la linea del possibile danno, c’è fallo. Colpire la palla in aria a qualsiasi altezza va bene. Perchè ci sia una possibilità di segnare, il tiro deve essere al di sotto dell’altezza della traversa, e non salire al di sopra della traversa lungo il suo cammino verso la rete. Colpire qualcuno sopra le spalle con la mazza (volutamente o no) si tradurrà in un uno, o due minuti di penalità, o alla espulsione, se sei stato del tutto sconsiderato. Se colpisci qualcuno con il movimento residuo di un tiro o di un passaggio starà  al giudizio dell’arbitro se considerarlo un gioco pericoloso.
7. Interferenze– attivamente bloccare, con il corpo o con la bici, un altro giocatore ad arrivare alla palla, quando non si dispone del possesso palla.  Questa regola si applica solo alle interazioni tra iocatori senza palla. Interferenza si ha quando un giocatore accelera o rallenta (e anche l’arresto) per evitare che un giocatore ottenga la palla. Metter in scacco un giocatore (o impedendo il suo movimento in qualche altro modo) che non ha il possesso è considerato interferenza. Ciò si riferisce soprattutto agli avversari in posizione di portiere. Colpire la mazza del portiere si tradurrà in questa penalità a meno che il portiere non sia a portata di palla con la sua mazza. Inoltre non è consentito mai toccare la mazza dell’avversario che non ha palla: è considerato interferenza toccare o spostare per il campo la mazza lasciata cadere da un avversario.
8. Comportamento antisportivo-Tirare la mazza (o farlo cadere in un luogo pericoloso, essere stronzo con l’arbitro.)

Sanzioni che comportano la penalità da 2 min:

La penalità di 2 minuti è riservata solo in caso di falli particolarmente truculenti o che causano molti danni.
Praticamente ogni chiamata può essere estesa a 2 minuti se considerata abbastanza grave.
Istigare alla rissa. causerà una penalità alla tua squadra

16 Commenti

  1. rob
    08/12/2010
    18:19

    una bella partita a bench minor la abbiamo fatta a chianciano e devo dire è stata divertente, mo appena sapo fa il riporto saprà dire più nello specifico

  2. corrado
    08/12/2010
    21:48

    dai sapo forza con il riporto sui pici

  3. Matteo
    09/12/2010
    11:29

    mi piace sto BM, magari in futuro non sarebbe male squadre da sei invece che da tre per campionati e coppe. tattica dentro e fuori il campo.

    la cosa che invece non ho molto ben capito è sta ottimizzazione dei tempi: qui si parla di roundrobin e partite da 25+1+25 minuti, invece dei consueti 8/10 minuti a match.

  4. Matteo
    09/12/2010
    11:40

    poi certo, a leggere bene ci stanno un sacco di cose scritte in queste regole:
     
    Sanzioni che comportano la penalità da 1 min:
    7. Interferenze- attivamente bloccare, con il corpo o con la bici, un altro giocatore ad arrivare alla palla, quando non si dispone del possesso palla… …cioè i famosi ‘blocchi’.
     
    e va’ che si dice per i famosi pallonetti:
    la palla non deve superare nel suo tragitto l’altezza della traversa.

  5. 09/12/2010
    11:45

    stà regola infatti è difficile da applicare:perchè il tiro sia un gol valido durante il suo tragitto non deve superare l’altezza delle traverse!!!! e chi c’ha l’occhiometro?

  6. Matteo
    09/12/2010
    11:48

    non c’ho voglia di andare a riprendere il testo in EN originale, magari se qualcuno ce passa interpreti bene quel passaggio; dice:

    2. Si può effettuare un passaggio aereo ovunque e a qualsiasi altezza, ma se si tira in porta deve essere fatto nella tua metàcampo offensiva (non sono validi tiri aerei da lontano oltre la metà campo), e la palla non deve superare nel suo tragitto l’altezza della traversa.

     

    in ogni caso, la cosa che si evince di più da questa lista, è che ci servono arbitri bravissimi, fiscali e attenti per cinquantuno minuti…

  7. corrado
    09/12/2010
    13:09

    anche la “smazzata sui mallett” mi sembra vietata …

  8. Fritz
    09/12/2010
    14:31

    Mi aggrego al commento di molti: quel che in questo documento più mi sembra inedito per l’Italia, non è tanto il formato del gioco (BM), ma la codificazione di regole molto precise e severe che – pur nella mia poca esperienza – non ho mai visto applicate sui campi italiani, dove con grande facilità invece ho visto smazzare sul portiere, creare blocchi, smazzare per far cadere la mazza di giocatori già lontani dal gioco o senza palla, blocchi a non finire, comportamenti antisportivi, ecc. Ovviamente, non sto dicendo che tutti giocano così (anzi!), ma che chi gioca così, nella quasi totalità dei casi, non è sanzionato. Credo che davvero si ponga il problema dell’arbitraggio: dove sono gli arbitri seri in Italia!?!

  9. Fritz
    09/12/2010
    14:37

    Il formato è, invece, divertente. Permette di giocare in tanti, di giocare tutti e di divertirsi. In realtà, soprattutto per un parco giocatori ridotto come quello italiani, può essere una manna. Quante volte capita che squadre anche forti non possano andare a un torneo perché un giocatore manca? Se una squadra è composta da sei o sette giocatori diventa più difficile che non ce ne siano 3. Anche se, ovviamente, quel che può accadere è che semplicemente si creranno i titolari e le riserve, visto che la turnazione durante il gioco è lasciata alla discrezione della squadra. Oppure che ci sarà una sqadra B che gioca i primi turni e una squadra A per le partite più impegnative. E, infine, udite udite, prima o poi, apparirà il C.T…

  10. Matteo
    09/12/2010
    14:39

    tanto per dire: ma siamo sicuri che questa regolamentazione sia buona e condivisibile? Cioé: il blocco è da stronzi o è un riuscito disegno strategico da premiare? La smazzata è una provocazione sul piano dei nervi o un deprecabile atto antisportivo?
     
    naturalmente non sto difendendo la parte opposta, il polo anarchico – gente che se ne approfitta, o fa le cose senza coscienza ce n’è sempre ovunque, pure nell’ hbp. Però riflettiamoci: non sarebbe male magari farlo un giorno attorno ad un tavolo…

  11. 09/12/2010
    14:47

    Questo è quello che al momento esiste su web sotto il nome di BM (io non ho trovato altro regolamento)
    Come per l’HBP si comincia analizzando quello che esiste. Altrimenti si fa un altro gioco che si chiama per esempio “panchina italiana”

  12. Fritz
    09/12/2010
    15:45

    Marco, esatto. E’ giusto che si discuta; è giusto sollevare delle eccezioni o dei dubbi, ma bisogna anche avere coscienza che le regole non si fanno qui, intendo qui in Italia, le regole le fanno i più forti (nel bike polo, come nella Storia) e se quelle regole le scrivono a NY e quelle vengono poi mutuate a Londra e in un paio di altri tornei che noi le si condivida o meno conta poco (detto di sfuggita, a me queste regole paiono molto condivisibili, primo perché tutelano i corretti e mettono fuori gioco i furbini del quartierino e, in secondo luogo, perché avvicinano il BP a uno sport vero e proprio… se vuoi il BM è il vero passaggio dal BP al bike hockey, come ormai è sempre più evidente.)

  13. sapo
    09/12/2010
    18:33

    ma i falli truculenti come sono?? =)

    per il momento non mi fa proprio impazzire il BM; un pò perchè una partita è fatta anche dal misurare l’avversario e tentare delle “contromosse” senza veder sparigliate ogni volta le carte, un pò perchè cmq si finisce per passarci molto tempo in panca e penso che tantovale giocare a bicycle polo..ma rimane una divertente variante da approfondire.
    Va bene adeguarci al continente perche’ ci piace andare ai tornei ma poi ognuno GIOCA al gioco che gli piace.
    Per il discorso regole a me pare chiaro che il modo di giocare odierno farà impallidire i posteri: sbacchettate e contrasti se non eliminati saranno/sarebbero strettamente codificati.
    =)

  14. corrado
    09/12/2010
    19:55

    non sarà che poi diventa torneo BM ,regole BM, torneo HBP ,regole HBP………….bel casino sarebbe!

  15. Nicola
    07/12/2012
    08:52

    Continuo a pensare che il BM vada bene per le comunità numerose, che sia un buon sistema per far giocare tutti e equilibrare le squadre quando al court si presentano 20/30 giocatori. Facciamo fatica a mettere d’accordo tre portafogli o tre persone per andare ai tornei … figuriamoci 8/10. Non credo che il BM sia il futuro del HBP.
    (Ma sto torneo natalizio?)

    Taranto Bike Polo

  16. 07/12/2012
    11:27

    Ciao Nicola, per ora nulla. Non se ne parla di tornei. Con difficoltà forse riusciamo a metterci d’accordo per rifare le nostre sponde, conditio sine qua non torneat.
    Se tutto va come de ve andare, a marzo/aprile qualcosa si farà.

E mo te tocca risponne...

You can add images to your comment by clicking here.

Vedi un po' qua...


Fatal error: Call to undefined function related_posts() in /home/romabikepolo/romabikepolo.org/wp-content/themes/romabp/single.php on line 89